Gnam Gnam

Un mondo dolce dolce
Subscribe

Biscotti al miele con anice

gennaio 01, 2011 By: moky Category: Biscotti, Dolci

http://ricette.donnamoderna.com/var/ezflow_site/storage/images/media/images/ricette-importate/dolce-dessert/biscotti-dolcetti-pasticcini/ciccitielli-dolcetti-all-anice/piatto-servito-flutes-miele-pinza/43093101-1-ita-IT/piatto-servito-flutes-miele-pinza_dettaglio_ricette_slider_grande3.jpg

 

INGREDIENTI

75gr. di burro

230gr. di miele

1 presa di sale

1 cucchiaino di anice in polvere

50gr. di canditi sbriciolati

1 bustina di lievito per dolci

1 bustina di zucchero vanigliato

300gr. di farina di grano tenero

30gr. di mandorle sgusciate

ciliegie candite per la decorazione

farina per la spianatoia

—————————————————————————–

PROCEDIMENTO

  • Sciogliete il burro assieme a 200gr. di miele e fate raffreddare. Unite il sale, l’anice, i canditi, lo zucchero vanigliato e amalgamate i vari ingredienti.
  • Incorporate la farina ed il lievito e lasciate riposare in frigorifero almeno 1 ora.
  • Immergete le mandorle per qualche minuto in acqua bollente, spellatele e poi tagliatele a meta’. Tagliate a meta’ anche le ciliegie.
  • Mettete poca farina sulla spianatoia, dividete l’impasto in piccole parti e formate con ognuna una sfoglia sottile dello spessore di 0,5cm.
  • Da questa ritagliate i biscotti ricavando dei rettangoli di 5 x7cm. Adagiate i biscotti cosi’ ottenuti su una teglia ricoperta con carta da forno e passateli in forno a 180 gradi per 12 – 15 minuti.
  • Diluite il restante miele con un cucchiaio di acqua e utilizzate questo composto per spennellare i biscotti ancora caldi.
  • Decorate la superficie con le mandorle e le ciliegie. Fate raffreddare.
Google Buzz
Rating 3.00 out of 5
[?]
This post was thanked 0 time(s). Thank it ?

Spongata di Brescello

dicembre 30, 2010 By: moky Category: Dolci, Emilia Romagna


INGREDIENTI

200gr. di farina tipo “00”

60gr. di zucchero

50gr. di burro

olio di oliva

vino bianco secco

zucchero a velo

farina e burro per la placca

sale

PER IL RIPIENO

100gr. di miele fluido

50gr. di pane biscottato

50gr. di mandorle

50gr. di nocciole

50gr. di noci

30gr. di arancia candita

30gr. di cedro candito

1 cucchiaio di pinoli

1 cucchiaio di uvetta sultanina

vino bianco secco

brandy

cannella in polvere

coriandolo in polvere

noce moscata macinata

pepe

—————————————————————————–

PROCEDIMENTO

  • Versate in una casseruola il miele, 2 cucchiai di vino bianco e fate bollire a fuoco dolce per 2 – 3 minuti. Togliete dal fuoco, quindi incorporate al composto il pane biscottato ridotto a una polvere, le mandorle e le nocciole spellate e tritate, le noci tritate e un pizzico di pepe, cannella, coriandolo e noce moscata. Rimettete il tutto sul fuoco e fate cuocere per qualche minuto, mescolando continuamente. Togliete di nuovo dalla fiamma e incorporate i canditi a dadini, i pinoli, l’uvetta ammollata in acqua tiepida e ben strizzata e un cucchiaio di brandy. Mescolate con cura e fate riposare il composto, coperto, almeno un giorno.
  • Trascorso questo tempo, preparate la pasta. Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, versate lo zucchero, il burro, un cucchiaio di olio e una presa di sale. Impastate il tutto incorporando mano a mano il vino bianco necessario per ottenere una pasta ben soda. Lavoratela a lungo, quindi stendetela sulla spianatoia infarinata ricavandone due dischi uguali di circa 20cm. di diametro. Adagiate un primo disco di pasta sulla placca imburrata e infarinata, distribuite il composto di frutta e miele e ricoprite con l’altro disco di pasta. Punzecchiate la superficie e spennellatela con pochissimo olio.
  • Fate cuocere la spongata in forno a 180 gradi per 30 minuti circa. Sfornatela, lasciatela raffreddare, quindi spolverizzatela di zucchero a velo.
Google Buzz
Rating 3.00 out of 5
[?]
This post was thanked 0 time(s). Thank it ?

Zelten

settembre 27, 2010 By: moky Category: Trentino Alto Adige

http://ricette.donnamoderna.com/var/ezflow_site/storage/images/media/images/ricette-importate/dolce-dessert/torte-e-crostate/zelten/piatto-pronto-cucchiaio-ingredienti/15965731-1-ita-IT/Piatto-pronto-cucchiaio-ingredienti_dettaglio_ricette_slider_grande3.jpg

 

INGREDIENTI

PER L’IMPASTO:

200 grammi di farina di frumento Tipo 00

100 grammi di noci e nocciole sgusciate

100 grammi di fichi secchi

60 grammi di burro

50 grammi di uvetta passa

50 grammi di pinoli

50 grammi di scorza d’arancia candita

20 grammi di lievito di birra fresco

1 uovo

due tazzine di latte

un pizzico di sale

100 grammi di zucchero

burro e farina per infarinare la tortiera

PER DECORARE:

noci e mandorle sgusciate

———————————————————————————————–

PROCEDIMENTO

Il Zelten è un tipico dolce natalizio, piuttosto sostanzioso che si può preparare in vari modi. Fate anzitutto rinvenire in poca acqua. l’uvetta lavata e i fichi lavati e tagliati a pezzetti. Mescolate la farina ad un pizzico di sale e disponetela quindi a fontana in una terrina: in un incavo centrale mettete il lievito fatto sciogliere con un poco di acqua tiepida e un cucchiaio di zucchero. Poi impastatelo con la farina e, quanto avrà preso consistenza, coprite il tutto e lasciate riposare per circa mezz’ ora. Trascorso il tempo previsto (se si usa il lievito di birra in polvere già confezionato in bustine non serve questa procedura), unite alla farina anche il burro lasciato ammorbidire a temperatura ambiente e tagliato a pezzetti, lo zucchero rimasto e l’uovo. Impastate aiutandovi con un poco di latte, in modo da ottenere un composto cremoso e molle e incorporatevi l’uvetta e i fichi, i pinoli, le noci e le nocciole tritate, la scorza d’arancia candita tritata grossolanamente. Quando tutto sarà ben amalgamato, coprite con un tovagliolo e lasciate riposare per un circa due ore in un luogo tiepido e al riparo da correnti d’aria. Disponete a questo punto l’impasto in una taglia tonda, unta di burro ed infarinata, decorate la superficie con gherigli di noci e alcune mandorle preventivamente spellate tuffandole un attimo in acqua calda e asciugate. Infine fate cuocere il dolce per circa 1 ora in forno preriscaldato a 180° C e, prima di consumarlo, attendete almeno 36 ore; inoltre ricordate che, se ben protetto e mantenuto al fresco, può essere conservato a lungo.

Fonte dell’art. ARGE ALP

Google Buzz
Rating 3.00 out of 5
[?]
This post was thanked 0 time(s). Thank it ?